Gattoegatti

dedicato ai nostri amici più cari... i Gatti

domenica, 19 novembre 2017

Last update:08:29:16 PM GMT

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi
in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

You are here:

Caratteristiche fisiche del gatto

caratteristiche-fisiche-del-gattoIl gatto è un abilissimo cacciatore, qualità ereditata dall’antenato selvatico grazie alla quale ha mantenuto nei secoli una grande indipendenza dall’uomo. E proprio la caccia, nella paziente attesa dell’agguato, nello scatto fulmineo dell’inseguimento e nell’agilissimo balzo per catturare la preda, ad aver specializzato questo piccolo carnivoro predatore. infatti la struttura anatomica del gatto è slanciata ed elegante, presenta  zampe anteriori estremamente mobili grazie alla riduzione estrema della clavicola, sostituita da potenti muscoli, mentre le zampe posteriori sono specializzate nel fornire spinta nel salto, più che nella corsa. La spina dorsale è formata da vertebre con giunture flessibili, che aumentano la fluidità del movimento e la potenza nel salto e nello scatto. Come ogni Felino il gatto è digitigrade, cammina cioè sui cuscinetti delle dita, e hanno cinque dita negli arti anteriori, con il pollice che non tocca il terreno, e quattro negli arti posteriori. La lunga coda serve all’equilibrio nella corsa e nelle arrampicate. Gli adattamenti alla caccia sono evidenti anche nella struttura del cranio, che è corto e robusto, in modo da garantire una forte presa nell’attacco. I denti sono trenta e specializzati nella dieta carnivora, per la cattura e l’ingestione della preda. Gli incisivi sono piccoli ed utili solo per la pulizia del pelo, ma i canini lunghi e forti sono vere e proprie armi affilate, dotate alla radice di sensori di pressione, per dosare con precisione il morso letale. Il molare inferiore e l’ultimo premolare superiore, detti denti fermi, sono grandi e taglienti capaci di esercitare una forte pressione sono indispensabili per tagliare la carne. La lingua è provvista di numerose piccole papille cornee rivolte all’indietro, che raspano la carne dalle ossa, e funzionano, inoltre, come una spazzola sul pelo, pulendolo e lisciandolo. Gli artigli protrattili, aguzzi e a forma di falce possono considerarsi un’arma letale che a riposo rimangono retratti, venendo sfoderati con una contrazione dei muscoli ed estendendo tendini e legamenti dell’ultima falange delle dita. 

Tatto del Gatto

tatto-del-gattoIl gatto è dotato di finissimi recettori tattili distribuiti su tutto il corpo. I più evidenti sono le vibrisse e i lunghi peli che si trovano al di sopra degli occhi.
Di
 fondamentale importanza sono anche le zampe anteriori dell’animale particolarmente ben fornite di recettori meccanici, utili per la caccia e per la manipolazione del cibo.

Vista del Gatto

vista-del-gattoLa vista così come l’udito, è tra i sensi in cui è maggiormente evidente la natura di cacciatore del gatto, sensi utilizzati per individuare e catturare la preda nell’agguato e nell’inseguimento. I grandi occhi situati frontalmente, garantiscono una buona visione binoculare permettendo di calcolare con precisione le distanze. Il gatto è molto sensibile ai movimenti rapidi e,

Leggi tutto...

Udito del Gatto

udito-del-gattoL’udito è particolarmente sviluppato, come è facile immaginare osservando la capacità di orientare i padiglioni auricolari, detti “le grandi pinne”. L’audiogramma è uno dei più ampi tra i mammiferi, ed è circa di 10,5 ottave. Alle basse frequenze la sensibilità di questo felino è simile a quella dell’uomo, ma è molto maggiore alle medie e alte frequenze. Il limite superiore corrisponde, certo non a caso, alle frequenze prodotte dal suo storico “pasto”, il topo. Per localizzare con precisione l’origine di un suono, i gatti devono restare immobili e puntare le mobilissime pinne verso la sorgente sonora.

Leggi tutto...

Equilibrio del gatto

equilibrio-del-gattoIl gatto è un grandissimo acrobata, grazie al suo sviluppatissimo sistema vestibolare che regola il senso dell’equilibrio, posto all’interno dell’orecchio. Il gatto è una perfetta macchina da caccia grazie alla straordinaria abilità nel movimento: è in grado di arrampicarsi su superfici quasi verticali e saltare senza sforzo in altezza e lunghezza, passeggiare senza vertigini e tentennamenti su cornicioni stretti e alti; questa abilità, di vitale importanza per il piccolo predatore, dipende proprio dal senso dell’equilibrio. Nel gatto i movimenti della testa, degli occhi e dei muscoli del corposono in parte riflessi generati proprio dagli stimoli ricevuti dal sistema vestibolare, che regola l’equilibrio dell’animale. Malgrado sia un abile saltatore, il gatto può avere dei problemi nelle discese, che affronta aggrappandosi con gli arti anteriori e procedendo con cautela a testa in su; solo i felini come il leopardo nebuloso e il margay, sono in grado di scendere a testa in giù e di balzare sulla preda dall’alto, senza prima portarsi a terra per un breve tratto. 

Leggi tutto...

Olfatto del Gatto

olfatto-del-gattoL’olfatto è meno acuto della vista e dell’udito: viene utilizzato dal gatto per decidere se cibarsi o rifiutare un alimento, ma è importante soprattutto nella vita sociale. I gatti utilizzano infatti l’odore del corpo per riconoscersi individualmente e a livello di gruppo familiare, le femmine riconoscono i figli, e gli adulti segnalano la propria presenza sul territorio marcandolo con 

Leggi tutto...
FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksNewsvineLinkedinRSS Feed