Gattoegatti

dedicato ai nostri amici più cari... i Gatti

domenica, 26 maggio 2019

Last update:08:29:16 PM GMT

You are here:

Toilettatura del gatto

toilettatura gattoLa toilettatura del gatto, consigli pratici

Sebbene i gatti si puliscano regolarmente, dovreste fare il bagno al vostro gatto almeno due volte all’anno per rimuovere fattori che procurano allergie, pulci, odore e sporcizia. Abituate i piccoli a queste procedure a cominciare dai tre mesi di vita. Fate attenzione affinché dopo il bagno i gatti di qualsiasi età siano asciutti e caldi. Bagnate interamente la pelliccia con acqua calda, ma evitate di bagnare la testa. Usate uno shampoo per gatti ( i prodotti per l’uomo possono seccare la pelle), insaponate il mantello.  Sciacquate tutto il sapone e asciugate con un asciugamano.

I gatti che posseggono il pelo lungo o quelli molto sporchi possono necessitare di una seconda insaponata e un balsamo o una crema per il risciacquo. Dopo il bagno applicate un antipulci liquido o spray. Spazzolare il pelo previene i nodi, la pelle secca e la perdita del pelo che può essere ingerito quando il gatto si spazzola il pelo da solo. Potreste aver bisogno di un mezzo guanto per spazzolare o di una spazzola o di un pettine a denti fitti, la frequenza con cui spazzolare il gatto dipende dalla lunghezza del pelo e dal tipo di pelliccia. Molti gatti a pelo corto hanno bisogno di essere spazzolati due volte alla settimane. I gatti a pelo lungo hanno bisogno di cure quotidiane.
toilettatura del gattoFate particolare attenzione dietro le orecchie e sotto le zampe. Spazzolate gentilmente le zone piene di nodi o tagliate via quelle impossibili da sbrogliare. Non stregate il mantello con sostanze tossiche o con prodotti astringenti.
Molti gatti puliscono da soli le loro orecchie. Se notate ossessive fuoriuscite di cerume (un po’ è normale) passate gentilmente l’interno delle orecchie con un cotton-fioc bagnato di prodotti specifici per la pulizia delle orecchie dei felini o una spugna bagnata quando gli fate il bagno. Non inserite oggetti lunghi nelle orecchie.
I supporti per graffiare riducono i problemi dell’arrotarsi le unghie poiché sono in grado di soddisfare le necessità biologica e istintiva di graffiare. Nonostante questa misura preventiva, tuttavia, le unghie hanno bisogno di essere regolate con speciali forbici per animali. Per tagliare l’unghia far scivolare l’unghia in alto fuori dalla zampa. Sotto una luce potente fate attenzione alla parte rosa dentro l’unghia chiamata "quick". Tagliate sotto questo punto dove l’unghia si curva verso il pavimento.
Tagliare troppo vicino alla pelle può provocare dolore e far sanguinare. Se non siete certi su come tagliare le unghie consultatevi con un istituto di pulizia. Potreste inoltre discutere con un veterinario l’opportunità di tagliare gli artigli.
I gatti possono sviluppare gli stessi disturbi del cavo orale che presentano gli esseri umani, tra questi tartaro, gengiviti, secrezioni e alito cattivo. Questi problemi possono portare a sofferenze malattie e perdite dei denti e spesso necessitano di costose cure veterinarie. Una ferrea dieta alimentare, il masticare grandi e rigide ossa e una regolare pulizia dei denti aiuta a prevenire problemi.   Spazzolare i denti dei gatti è una procedura facile e necessaria tre volte alla settimana. Bagnate un piccolo spazzolino o un tampone di cotone e, con mano ferma, sfregate la parte esterna dei denti (non è necessario alcun dentifricio). Se le secrezioni, i denti sporchi, l’alito cattivo e la perdita di denti persistono nonostante queste attenzioni recatevi da un veterinario.