venerdì, 01 agosto 2014

Last update:08:18:53 PM GMT

Caratteristiche fisiche del gatto Vista del Gatto

Gattoegatti dedicato ai nostri amici più cari... i gatti

You are here: Caratteristiche fisiche del gatto Vista del Gatto

Vista del Gatto

vista-del-gattoLa vista così come l’udito, è tra i sensi in cui è maggiormente evidente la natura di cacciatore del gatto, sensi utilizzati per individuare e catturare la preda nell’agguato e nell’inseguimento. I grandi occhi situati frontalmente, garantiscono una buona visione binoculare permettendo di calcolare con precisione le distanze. Il gatto è molto sensibile ai movimenti rapidi e,

rispetto a tanti altri animali, è più specializzato nella visione crepuscolare e notturna, grazie alla massima densità di bastoncelli, i recettori visivi più sensibili alla luce, mentre hanno una minore abilità nel visualizzare i dettagli e nel discriminare i colori. La quantità di coni, cellule che registrano i colori è infatti molto inferiore; comunque i gatti vedono almeno nelle gradazioni di blu e verde e nelle loro combinazioni, mentre la mancanza di coni sensibili al rosso indica non solo che i gatti probabilmente non vedono questo colore, ma che gli oggetti rossi appaiono più scuri di quelli verdi o blu. Il colore non sembra comunque avere importanza per il gatto quanto la luminosità, le dimensioni e il movimento di un oggetto.
L’efficienza della vista è ulteriormente aumentata dal tapetum Iucidum, uno strato di cellule poste immediatamente dietro la retina, che riflettono la luce non assorbita dai pigmenti visivi dei bastoncelli e dei coni. Questo effetto è ben evidente di notte, quando gli occhi dei gatti brillano riflettendo la luce catturata dalle pupille dilatate. Durante il giorno, quando la luce è intensa, la pupilla diviene una fessura e può dilatarsi per la paura o lo stress, e stringersi in segno di minaccia prima di un attacco.

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed