Gattoegatti

dedicato ai nostri amici più cari... i Gatti

giovedì, 18 luglio 2019

Last update:08:29:16 PM GMT

You are here:

Olfatto del Gatto

olfatto-del-gattoL’olfatto è meno acuto della vista e dell’udito: viene utilizzato dal gatto per decidere se cibarsi o rifiutare un alimento, ma è importante soprattutto nella vita sociale. I gatti utilizzano infatti l’odore del corpo per riconoscersi individualmente e a livello di gruppo familiare, le femmine riconoscono i figli, e gli adulti segnalano la propria presenza sul territorio marcandolo con 

 l’odore delle ghiandole sudoripare e sebacee. Le femmine segnalano ai maschi la disponibilità all’accoppiamento attraverso l’odore e i maschi marcano la presenza sul territorio, limitando così gli scontri con i rivali. L’odore individuale è prodotto dalle ghiandole sudoripare sebacee. Le ghiandole sudoripare sono presenti e attive tra i cuscinetti digitali, vicino alle labbra, all’angolo del mento, attorno ai capezzoli e all’ano. Anche le ghiandole sebacee sono ben sviluppate soltanto in punti particolari del corpo: sulla mascella superiore, nel prepuzio maschile e nella parte superiore della coda. I maschi possiedono anche due masse di ghiandole sebacee che formano una tasca munita di un dotto ai lati dell’ano. Tutte le ghiandole servono principalmente nella comunicazione olfattiva, segnando tramite strofinamenti e spruzzi di urina la presenza del gatto, il possesso del territorio e alcune caratteristiche individuali, come il sesso, la maturità e la recettività sessuale. Maschi e femmine tendono a marcare in punti precisi, che vengono ispezionati di frequente. L’analisi di questi odori sociali è facilitata dalla presenza dell’organo vomero-nasale, un apparato connesso sia alla cavità orale che a quella nasale, che cattura e analizza le particelle olfattive durante il Flehmen, una smorfia nella quale il labbro superiore viene sollevato e la bocca viene tenuta socchiusa per qualche secondo.

Written by :
Administrator