Gattoegatti

dedicato ai nostri amici più cari... i Gatti

domenica, 23 luglio 2017

Last update:08:29:16 PM GMT

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi
in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

You are here:

FIV: Sindrome da immunodeficienza

 

FIV-sindrome-da-immunodeficienza

La sindrome da immunodeficienza (FIV) viene anche detta come AIDS dei gatti. Si può presentare sotto tre forme; latente, acuta, cronica.

Si tratta di un "retro virus" della stessa famiglia del virus che causa negli esseri umani la sindrome da immunodeficienza [HIV, Human Immunodeficiency Virus, ndt] ma NON è possibile per l'uomo contrarre l'AIDS da un gatto malato di FIV [NON vi è perciò alcun motivo di allontanare o eutanasizzare un gatto FIV-positivo, ndt].

I gatti FIV-positivi, dovrebbero essere tenuti assolutamente separati dagli altri, e non potrebbero essere lasciati liberi di uscire, per evitare il diffondersi del contagio ad altri animali sani. La malattia attacca e danneggia lentamente le naturali difese del sistema immunitario, cosicché è estremamente facile che un gatto affetto da FIV conclamata, soccomba a causa di qualche malattia secondaria: se si riesce, con l'ausilio costante del veterinario, ad evitare l'occorrenza di complicazioni [principalmente infezioni urinarie, affezioni respiratorie e problemi cutanei], i gatti FIV-positivi hanno comunque un'aspettativa di vita relativamente soddisfacente. 

La malattia si manifesta generalmente in tre forme, non nettamente separate le une dalle altre:

  1. FIV latente: nessun sintomo, può perdurare per mesi ed anni;

  2. FIV acuta: linfonodi rigonfi, febbre, depressione, infezioni batteriche;

  3. FIV cronica: possibile aggressione di virus, funghi e batteri. La sopravvivenza è raramente superiore ai 2 anni.

Purtroppo non esistono ancora vaccini o cure "risolutrici" per la FIV: sindrome da immunodeficienza .

FacebookTwitterDiggDeliciousGoogle BookmarksNewsvineLinkedinRSS Feed